Inglese

Fotografare uccelli al nido

Con questa galleria non intendo certo incentivare la fotografia degli uccelli al nido, perché il periodo della riproduzione è sempre delicato. Ci sono fotografi che affermano di non praticare questo genere di fotografia e hanno tutta la mia stima e approvazione. Io fotografo, quando posso, gli uccelli nidificanti motivato dalla mia collaborazione di pubblicista presso alcune riviste specializzate, ma supportato anche da una lunga esperienza (ahimè! gli anni passano!). Adotto, quindi, tutte le cautele del caso, usando radiocomandi o capanni montati in assoluta sicurezza, ma soprattutto smontando il tutto se i genitori non tornano o si dimostrano nervosi allontanandosi, dopo essersi avvicinati, senza imbeccare. È difficile che succeda se tutto è predisposto a regola d’arte, ma può succedere. Per esempio è di poco tempo fa il caso di un merlo, uccello che di solito non crea difficoltà, che è ritornato indietro per due volte dimostrandosi intimorito dalla presenza della mia attrezzatura. Naturalmente mi sono allontanato in fretta senza aver fatto uno scatto, perché la priorità è sempre il rispetto per l’animale. Un’altra regola ferrea è quella di non tagliare rami o spezzare canne. Per queste ultime è sufficiente legarle a mazzetti con filo da giardiniere e poi slegarle dopo le riprese. Con i rami nel mezzo, non c’è alternativa: si evita di fotografare! 

VAI ALLA GALLERIA


www.mauriziobonora.com - info@mauriziobonora.com

Tutte le immagini sono coperte da copyright ed ogni richiesta di utilizzo va indirizzata all'autore